copywriting: scrivere, ma perché?

(prossima edizione in programma: online, aprile 2022)

Il corso è aperto a tutti (studenti, lavoratori, disoccupati).  Per garantire la massima sicurezza sanitaria, verranno accettati non più di 10 iscritti (si seguirà l'ordine cronologico di arrivo delle adesioni fino a esaurimento posti). I locali saranno igienizzati prima della lezione e gli allievi, muniti di mascherina, saranno seduti a distanza di due metri. 

 

Per aderire, bisogna richiedere l'apposito Modulo di iscrizione, nel quale sono indicati tempi e modalità di pagamento della quota di adesione, all'indirizzo di posta elettronica info@agenziaviaticum.it. Gli studenti universitari possono chiedere che la partecipazione al Corso sia riconosciuta come attività libera formativa (è compito del corsista informarsi in merito presso la segreteria del proprio Ateneo).

 

Alla fine del Corso verrà rilasciato un Attestato di partecipazione con l'indicazione delle giornate e delle ore frequentate.

CALENDARIO DELL'EDIZIONE DI MILANO

(iscrizioni chiuse)

23 novembre 2019 ore 10.00-18.00

(pausa pranzo 60 minuti)

 

   Programma: 

Il pensiero laterale: dire cose comuni in modo non comune

La parola in pubblicità: dallo slogan all'hashtag

Dal brief all'on air: il processo operativo della comunicazione

Il lavoro del copywriter: bodycopy, folder, script

Mettersi in pratica: esercizi di allenamento alla scrittura


docente: fabrizio tarussio

Milanese classe 1973, dopo la maturità scientifica capisce che i numeri non fanno per lui e sostiene tutti gli esami del corso di laurea in Lettere Moderne all’Università Statale ma decide di non discutere la tesi. Non si è mai pentito di questa scelta. Inizia a lavorare in campo pubblicitario come ultimo degli stagisti nel 2001 e smette come direttore creativo nel 2014, quando decide di diventare freelance. Non si è mai pentito nemmeno di questa scelta. Attualmente, tra le altre cose, tiene corsi di copywriting all’Istituto Europeo di Design di Milano, collabora con Mediaset e frequenta spesso la Silicon Valley per occuparsi dei testi di Apple per il mercato italiano. Non parlategli de Il trono di Spade, di social network, di mocassini e di insetti. Piuttosto, parlategli di vino, cani, libri e biliardo; cinque birilli, ovviamente.


I COMMENTI DI ALCUNI CORSISTI DELLE EDIZIONI PRECEDENTI

Un'ottima occasione per uno sguardo ravvicinato sul lavoro di un copywriter di agenzia. Insegnante bravo e professionale, va subito al nocciolo.

La parte pratica con esercizi di scrittura è molto utile per testare inclinazioni e interessi personali rispetto all'eventuale scelta di dedicarsi al copywriting.

 

F. M. - Milano, novembre 2019

 

 

Le mie considerazioni sono più che positive. Questo workshop mi ha aiutato a capire quale strada intraprendere e soprattutto è stato molto interessante.

 

Chiara Caporali - Milano, novembre 2019